Aqueye

Presso il LUXOR sono stati studiati i disegni ottici di alcuni strumenti astrofisici dedicati all'osservazione di corpi celesti ai limiti quantistici. Nella pratica, si tratta di effettuare delle misure della statistica temporale con cui si raccolgono i fotoni provenienti dalle sorgenti astronomiche. Tramite opportune tecniche di correlazione al secondo ordine (o superiore) e` possibile determinare delle caratteristiche della sorgente altrimenti non misurabili con altri strumenti astronomici. Nell'ambito di queste attivita`, e` stato proposto uno strumento ottico da applicare al telescopio OWL (OverWhelmingly Largetelescope) dello European Southern Observatory, in collaborazione con l'osservatorio astronomico di Lund (Svezia). Nell'attesa che si definiscano le attivita` collegate alla realizzazione di questo grande telescopio di 45 metri di diametro, si e` realizzato un prototipo di piccola scala di questo strumento, denominato Aqueye, da applicare al telescopio di Asiago. Questo strumento e` gia` stato installato sul telescopio, e attualmente si stanno analizzando i primi dati ottenuti.Purtroppo, le dimensioni di questo telescopio sono troppo piccole per poter osservare fenomeni quantistici, ma i risultati ottenuti sono un ottimo test per comprendere il funzionamento di questo fotometro ultraveloce a conteggio di fotoni. Inoltre si sta attualmente progettando uno strumento tipo Aqueye ma di classe piu` elevata da applicare ad uno degli attuali grandi telescopi (della classe di 10 metri di diametro).